DEPArray System, rivoluzione nella ricerca contro il cancro.

DEPArray System, rivoluzione nella ricerca contro il cancro.

La medicina di domani è già qui e si chiama DEPArray System. Nasce dal connubio di ingegneria elettronica e biologia con le più moderne tecnologie. Ed è testimonianza di un’eccellenza tutta italiana e della qualità della ricerca del Gruppo Menarini, ha pubblicato i risultati di uno studio che aprirà un nuovo capitolo nella lotta ai tumori in cui le cure saranno più mirate e gli effetti collaterali ridotti a zero. Cure più mirate ed effetti collaterali ridotti: DEPArray System, una piattaforma per l’identificazione, il recupero e la digitalizzazione di singole cellule da complessi campioni.
DEPArray System è basato sul principio della dielettroforesi elettrocinetica (DEP), “intrappola” e riesce a muovere singole cellule. Ovvero, consente di analizzare campioni in cui sono presenti cellule tumorali scegliendole ed isolandole una per una, anche quando i campioni sono esigui o eterogenei. La comprensione delle cellule tumorali eterogeneità, è ampiamente accettato che il cancro è una malattia altamente eterogenea e che sottopopolazioni di cellule all'interno di un singolo tumore può presentare profili genomici distinti. L'esposizione ad agenti terapeutici può causare cambiamenti alle cellule tumorali che possono alterare la loro risposta al trattamento (cioè la resistenza acquisita somatica). All'interno della comunità di ricerca sul cancro molto sforzo è stato messo nell’ identificare il biomarcatore genomica e determinare la loro rilevanza clinica nella speranza di muoversi verso la cura più personalizzata del paziente attraverso, la progressione di monitoraggio della malattia, recidiva e trattamenti mirati.
Nel caso di un paziente su 6, infatti, il materiale bioptico (campione prelevato con la biopsia) presenta solo una piccola quantità di cellule tumorali, inoltre la presenza di cellule sane e tumorali insieme può alterare i risultati. Invece, separando le cellule, è possibile analizzarne meglio le caratteristiche. “In pratica, ciascuna cellula diventa un pixel che può essere seguito e analizzato, con una precisione di analisi estrema che consente di eliminare il rumore di fondo inevitabilmente presente quando le cellule tumorali sono poche o non tutte esprimono le stesse mutazioni”.
In un futuro non troppo lontano, questo ci aiuterà a creare terapie più efficaci, mirate al tipo di tumore in questione. “Individuare con estrema precisione le cellule tumorali e le loro specifiche caratteristiche significa poterle colpire con farmaci disegnati ad hoc che siano efficaci sulle cellule malate, potendo valutare in anticipo con estrema precisione la risposta effettiva del tumore alle terapie disponibili”.
Il DEPArray System, fino ad oggi era stato utilizzato esclusivamente per l’analisi di cellule maligne rare presenti in campioni liquidi ematici. Ma le recenti ricerche hanno dimostrato che dà eccellenti risultati anche con i tessuti e i tumori solidi.
Al momento, questa tecnologia viene usata per lo studio sull’eterogeneità dei tumori, riuscendo a prevederne la potenzialità di generare metastasi. Con buona probabilità però, potremo sfruttare queste conoscenze per una diagnosi più precisa.
Stiamo parlando quindi di tutta una nuova serie di possibilità che potrebbero rivoluzionare la nostra vita. Il sogno di una cura più rapida, efficace ed efficiente, sta diventando realtà, anche in campo oncologico.
Le applicazioni della tecnologia DEPArray nel campo della ricerca oncologica includono:
· Caratterizzazione di biopsie tumorali e CTC
· Analisi dei marcatori di transizione epitelio-mesenchimale (EMT
· Comprendere l'eterogeneità intracellulare e l'evoluzione clonale dei tumor
· modelli di recupero delle varianti clonali per xenotrapianto e tecniche di ingegneria genetica del mouse (GEM).